Making Waves

matthias@matthias-koch.ch

+41 79 843 28 50

Ciao, sono Matthias,

. . . un esperto di brand e fidelizzazione nei settori delle compagnie aeree, degli alberghi, della distribuzione al dettaglio e dell’HoReCa professionale.

Sono nato a Bonn, in Germania, ma ho scelto una carriera internazionale e ho viaggiato e lavorato con gente di tutto il mondo. Collaborare con diverse culture, portando cambiamento e sfiorando la vita di molte persone, è nello stesso tempo stimolante e gratificante.

Dal 2007 vivo a Ginevra, dove ho avuto la possibilità di diversificare ancora di più la mia esperienza.

Non vedo l’ora di confrontarmi con lei per:

  • aiutarla ad approfondire la conoscenza dei suoi clienti
  • conquistare la fedeltà dei suoi clienti e dei suoi collaboratori
  • esplorare insieme concetti innovativi di ospitalità

Per saperne di più, basta scorrere verso il basso.

Dal 2010

Matthias Koch Services (Ginevra)

titolare

Pur continuando ad offrire i miei servizi di consulenza di marketing e ad acquisire nuove qualifiche professionali, mi sono avventurato anche in nuovi percorsi professionali.

 

“Di

Le sfide

Il primo obiettivo era mantenermi aggiornato e trovare strade nuove per implementare i miei servizi: capire cosa conservare e fare crescere, cosa abbandonare e quali nuove strade intraprendere.

Il mio approccio

Per garantire che i miei clienti continuassero a trovare autorevoli e interessanti le mie proposte ho unito le mie forze con P. Kouvelos, esperto di web. Ho così sviluppato siti per molte piccole e medie imprese che volevano investire sul loro brand, ma ho anche conseguito il diploma di “Cafetier, restaurateur et hôtelier du Canton de Genève” per aprirmi la strada a nuove opportunità imprenditoriali.

Nello stesso tempo, fedele al mio background, ho lavorato come consulente di marketing per:

  • SWISS Airlines –  con un programma dedicato al personale di bordo per motivarlo e migliorare la comunicazione;
  • Hawaiian Airlines – con un progetto di fattibilità per una carta di credito co-branded

E, con l’agenzia  Bussolino Sitcap di Torino, mio partner italiano, ho lavorato sui seguenti progetti:

  • Olio Carli (Imperia – italia) – con una campagna di Direct Response TV per proporre in Germania il loro olio extra vergine di oliva
  • Istituto della Enciclopedia Treccani (Roma – Italia) con uno studio sul riposizionamento del brand nel segmento dei beni di lusso.

Ma mi sono anche messo alla prova con attività molto diverse: come insegnante in una scuola privata e come coordinatore dei visitatori in un importante museo di Ginevra.

Risultati raggiunti

Rimanete sintonizzati…

 

2016 - 2018

Museo Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (Ginevra)

Responsabile del Servizio Visitatori del Museo

2016 - 2018

Nel 2016 nasce per me una nuova opportunità: il museo per cui lavoravo come guida volontaria, cerca un Responsabile del Servizio Visitatori: un ruolo molto diverso da quello da me coperto fino a quel momento!

 

“Di

I compiti e le responsabilità

  • Gestire il sistema di biglietteria (Global Ticketing System di IREC)
  • Organizzare visite di gruppi internazionali
  • Gestire circa 50 volontari-guide
  • Organizzare aperture speciali del Museo e l’affitto dei suoi spazi
  • Coordinarsi con i servizi di sicurezza
  • Pianificare i servizi di reception
  • Gestire il puntuale pagamento delle prenotazioni di gruppo

L’approccio

  • Ho lavorato per semplificare le procedure di prenotazione on line in francese, inglese e tedesco.
  • Mi sono preoccupato di creare un rapporto costruttivo con le guide volontarie (i miei ex colleghi!)
  • Ho introdotto procedure di controllo per garantire una gestione senza problemi dei vari progetti.

Risultati

  • Piena soddisfazione di visitatori, guide e receptionist (in questo periodo nessuna lamentela!)
  • Incremento misurabile del fatturato.
 

2013 - 2015

Ecole Moser, Ginnasio privato bilingue (Ginevra)

Insegnante e coordinatore della vita scolastica

Quando il mio datore di lavoro ha riorganizzato il reparto vendite e marketing della sua azienda ho accettato la sfida di diventare un insegnante. Un’ esperienza completamente nuova per me, che mi ha permesso di creare nuove opportunità professionali e di integrazione sociale a Ginevra.

 

“Di

Quali erano le sfide

  • Essere l’insegnante di storia e geografia, in lingua tedesca, per ragazzi dai 12 ai 15 anni.
  • Gestire la quotidianità della vita scolastica quotidiana (sorveglianza, compiti a casa, escursioni…)

L’approccio

  • Ho dovuto riprendere nozioni scolastiche da tempo dimenticate e acquisire nuove conoscenze
  • Ho dedicato molto tempo allo studio del programma e delle materie

Risultati

  • Ho acquisito un’esperienza pedagogica
  • Ho imparato ad usare strumenti didattici interattivi d’avanguardia
 

2007 - 2010

Kempinski Hotels (Ginevra)

Direttore Brand Management

2007 - 2010

Nel 2007 mi sono trasferito a Ginevra accettando di diventare Direttore Brand Management di Kempinski. La loro proposta era arrivata dopo che in Belgio, come libero professionista, avevo concluso per la stessa Società due incarichi di consulenza sulla fidelizzazione della clientela.

 

“Di

La sfida

Rilanciare a livello globale il brand del più antico gruppo europeo di hotel di lusso

L’approccio scelto

  • Ho innanzitutto realizzato un brefing completo che, tenendo conto della diversificata offerta del gruppo, mettesse in evidenza la necessità di un posizionamento univoco.
  • Ho organizzato una gara con diverse agenize di branding europee e ho curato il processo di selezione.
  • Ho gestito lo sviluppo del progetto con Landor Associates.

I risultati ottenuti

  • Una nuova policy di brand, nuove guidelines, un nuovo tono della comunicazione.
  • Tutto questo è stato implementato in tutti gli hotel della catena.
 

1997 - 2007

Welcome Back! (Bruxelles e Stoccolma)

Co-fondatore e consulente senior

Tra Bruxelles e Stoccolma io e i miei colleghi abbiamo gestito per 10 anni una attività di consulenza di successo.

Ci siamo incontrati lavorando al progetto “Star Alliance” e abbiamo deciso di mettere a frutto la nostra grande esperienza nella gestione programmi di fidelizzazione per frequent flyers, come EuroBonus per SAS, Miles & More per Lufthansa.

 

“Di

La sfida

  • Aprire e gestire un’agenzia nostra tra Bruxelles e Stoccolma
  • Costruire un gruppo in cui diverse competenze e talenti formassero un’unica squadra vincente.

L’approccio

  • Elaborare, per i nostri clienti, strategie creative e innovative per abbassare il tasso di defezione della loro clientela e incrementare la fidelizzazione.
  • Sviluppare strumenti per misurare i benefici della fidelizzazione dei dipendenti.
  • Colmare la distanza geografica tra i due uffici utilizzando, tra i primi, le possibilità offerte da Internet

I risultati

10 anni di consulenza di successo per aziende come: Kempinski Hotels, Radisson Hotels, KLM, Swedish Rail, NK Department Stores, Electrabel, Proximus

 

1995 - 1996

Lufthansa (Sede Centrale Francoforte)

Vice Presidente Relationship Marketing - Miles & More

1995 - 1996

All’inizio del 1995 Lufthansa annunciò la scadenza di tutte le miglia accumulate dai suoi frequent flyer nei tre anni precedenti: una “cattiva notizia” che ebbe grande eco nei media e nel pubblico. La decisione provocò un’ondata di richieste di viaggi gratuiti che travolse il servizio clienti della compagnia.

Per fare fronte all’emergenza, Lufthansa cambiò la mia posizione in azienda perché mi occupassi del problema.

 

“Di

La sfida

  • La priorità assoluta era rimettere in sesto il servizio clienti e ricreare fiducia nel programma.
  • Integrare il programma di fidelizzazione Lufthansa con quello degli altri partner di “Star Alliance”.
  • Trasformare il programma Miles & More in un business redditizio

L’approccio

  • Per dare modo ai frequent flyers di usufruire con facilità delle miglia accumulate, abbiamo creato più opportunità di utilizzo, scaglionate nel tempo, evitando così picchi di richieste al customer service.
  • Abbiamo negoziato l’integrazione nel programma “Star Alliance” affiché la raccolta e le modalità di utilizzo dei “punti” fossero omogenei per tutti i partner.
  • Abbiamo poi adeguato i criteri di accumulo dei punti con Star Alliance.
  • Abbiamo introdotto la possibilità di registrazione immediata nel programma, semplificato i passaggi di livello dei membri e aggiunto al programma benefit emozionali.
  • E’ stata organizzata la vendita di miglia-punti a compagnie aeree partner per permettere di accumulare miglia con più facilità.
  • Tutto questo ha coinvolto 2 milioni di membri del programma, uno staff di oltre 40 persone  e ha richiesto un budget di € 95 milioni

Risultati

  • Siamo passati dal 95% di chiamate perse al 95% di chiamate gestite.
  • Sono state poste le basi perché Miles & More diventasse il programma di fidelizzazione per frequent flyer più importante in Europa.
 

1994 - 1995

Lufthansa (Sede Centrale Francoforte)

Vicepresidente Brand Management & Comunicazione

Il mio primo incarico di Vicepresidente in Lufthansa, nella sede centrale di Francoforte con il compito di rafforzare la forza del brand, è arrivato solo 12 mesi dopo il mio ingresso nella compagnia e ha comportato il mio trasferiemento da New York in Europa.

 

“Di

La sfida

  • Far aumentare la conoscenza del brand Lufthansa e migliorare la sua imagine.
  • Sviluppare il brand mantenendone la riconoscibilità.

L’approccio

  • E’ stata sviluppata la strategia per una campagna pubblicitaria mondiale con Young & Rubicam Germany.
  • Ci siamo focalizzati su iniziative relativamente facili da implementare per migliorare l’esperienza dei viaggiatori prima del volo, con l’offerta di sale riservate.
  • Risorse: uno staff di 75 persone e un budget di € 125 milioni

Risultati

  • Una nuova campagna pubblicitaria globale.
  • Rilancio della presenza di sale a disposizione dei viaggiatori in tutti gli aeroporti con presenza Lufthansa.
 

1993 - 1994

Lufthansa (New York)

General Manager Marketing USA

1993 - 1994

Nel 1993 ho avuto l’opportunità di entrare in Lufthansa e diventare il responsabile marketing della compagnia negli Stati Uniti. Lasciare British Airways, dove per la prima volta avevo “respirato il cherosene”, non era facile, ma la prospettiva di vivere a New York era irresistibile!

 

“Di

La sfida

  • Fare in modo che, per chi progettava un viaggio, Lufthansa fosse nella lista delle compagnie aeree prese in considerazione.
  • Favorire e implementare la partnership con United Airlines

L’approccio

  • Applicare le lezioni imparate: forte focus sul brand e perfetta integrazione della comunicazione above e below the line.
  • Lancio della la prima campagna pubblicitaria congiunta Lufthansa/United Airlines per le rotte del Nord Atlantico.
  • Risorse: staff di 17 persone, budget 23 milioni di dollari

I risultati

Raggiungere la più alta quota di mercato sulle rotte del nel Nord Atlantico e creare la prima grande alleanza tra compagnie aeree ha permesso di porre le basi per il progetto Star Alliance.

 

1989 - 1993

British Airways (Ufficio europeo, Amsterdam)

Marketing Manager Europa

“Benvenuto a bordo” così mi fu comunicato che ero entrato nel mondo di British Airways.

Creare un nuovo ufficio per le vendite, il marketing e la distribuzione in Europa, al di fuori del tradizionale mercato di riferimento, è stato un passo importante per la compagnia, che ha offerto a me la possibilità di dare una svolta alla mia carriera, cambiando completamente settore.

 

“Di

La sfida

  • Preparare la compagnia all’apertura del mercato unico europeo, nel 1993.
  • Affrontare l’aumento della concorrenza sulle rotte europee verso il Regno Unito.
  • Affrontare la perdita dei diritti aerei esclusivi con la Germania dopo l’unificazione.
  • Consolidare l’attività della compagnia.
  • Superare l’impatto negativo sui viaggi aerei seguito alla  prima guerra del Golfo. 

L’approccio

  • Mettere insieme un team e stabilire il modo di collaborare.
  • Costruire un network con i colleghi europei e londinesi e con agenzie esterne.
  • Unificare le campagne pubblicitarie per tutta Europa.
  • Progettare, valutare, lanciare e gestire il primo programma di loyalty per i frequent flyer (Executive club) per creare una base di clienti fedeli.
  • Diventare la voce europea nello sviluppo dei Club frequent Flyer di British Airways.
  • Sviluppare e lanciare la più grande offerta mondiale dopo la Guerra del Golfo
  • Risorse: staff di 5 persone budget: € 4 milioni dalla sede centrale e 30 dalla sede locale.

Risultati

  • BA è stata un pioniere nel marketing delle compagnie aeree.
  • È stata superata l’immagine negativa di BA nel mondo
  • Per la prima volta una compagnia aerea europea ha creato un data base di frequent flyer.
  • È stato utilizzato per la prima il brand come mezzo per aggiungere valore all’esperienza del cliente.
  • È stata lanciata la campagna  ‘L’offerta più grande del mondo’ in 16 lingue in Europa.
 

1987 - 1989

VICON - Greenland (Amsterdam)

1987 - 1989

Continuo a lavorare nel settore agricolo. Alla ricerca della mia grande occasione, scelgo l’estero ed  entro in Vicon, produttore di macchine agricole in Olanda, come Sales and Marketing Manager

 

1983 - 1987

BASF - Kali + Salz (Kassel, Vienna)

Dopo l’università inizio  un periodo di 2 anni di tirocinio nell’area Vedite e Marketing di Kali&Saltz,  filiale di BASF a Kassel.

Al termine del tirocinio, nel 1985, sono stato trasferito a Kali Export a Vienna, dove mi occupo di esportazione di fertilizzanti in Francia, Inghilterra Spagna Israele e Germania.

 

1982

Università di Bonn (Bonn, Germania)

Ingegnere agronomo

1982

Ho studiato agraria e mi sono laureato nel 1982

Contemporaneamente ho lavorato come guida turistica a Bonn accompagnando anche ospiti governativi.

 

Informazioni generali

Volontariato

La Maison du Quartier des Eaux Vives (MQEV) mi ha eletto, con altri 8 candidati, come membro del comitato direttivo nell’aprile del 2017. Le diverse Maisons du Quartier lavorano per l’integrazione all’interno dei rispettivi quartieri.

Insieme ad altri volontari, dopo un corso di formazione di quattro mesi, abbiamo dato vita al team delle guide per la riapertura Museo Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa nel 2013. La nostra mission era far conoscere l’opera umanitaria di Henry Dunant e i principi della Convenzione di Ginevra. Ho continuato a fare la guida volontaria fino a quando sono diventato (nel 2017) Responsabile Visitatori del museo.

Nazionalità e residenza

Sono nato a Bonn, ho nazionalità tedesca e vivo in Svizzera con un permesso di tipo “C”

Conoscenza delle lingue

Il tedesco è la mia madrelingua …

… ma parlo fluentemente inglese, francese, italiano e olandese.

 

Per contattarmi